Posts filed under ‘Uncategorized’

120mila sieropositivi in Italia, ma 60mila non lo sanno

Il logo della lotta all'Aids

L’Aids è una malattia sempre più “sommersa”. Sui 120.000 sieropositivi italiani, si stima che circa la metà non sa di esserlo: 60.000 persone che si ritengono sane e che continuano con atteggiamenti sessuali a rischio, con le prevedibili conseguenze sul piano della diffusione dell’epidemia. E’ l’allarme di Stefano Vella, Direttore Dipartimento del Farmaco dell’Istituto Superiore di Sanita’, intervenuto alla presentazione dell’HIV Summit Italia 2009, in programma domani a Roma e organizzato da un gruppo indipendente di esperti.

In Italia, ha ricordato Vella, dall’inizio dell’epidemia si sono verificati oltre 60.000 casi di Aids. Al picco di nuovi casi di malattia conclamata, rilevato nel 1995, ha fatto poi seguito una rilevante diminuzione dell’incidenza, attribuibile all’introduzione di terapie antiretrovirali combinate sempre piu’ potenti.

Negli ultimi anni, pero’, la curva epidemica e’ pressoche’ stabile. Ciò è in gran parte dovuto a di un ritardo nell’accesso alla terapia antiretrovirale. Infatti, oltre il 60% dei pazienti a cui viene posta oggi una diagnosi di Aids non ha effettuato terapia antiretrovirale prima della diagnosi stessa.

“Tale fenomeno è la conseguenza della mancata conoscenza dello stato di sieropositivita’. Infatti, se all’inizio degli anni ’90, solo una persona su 5 (circa il 20% del totale dei nuovi casi di AIDS) veniva a conoscenza del proprio stato di sieropositivita’ al momento della diagnosi di Aids o poco prima (negli ultimi 6 mesi prima della diagnosi di malattia conclamata), oggi questo avviene in piu’ di un caso su due (per la precisione, quasi nel 60% dei casi)”.

Il ritardo nell’esecuzione del test non e’ solo un fenomeno italiano, ma e’ comune a diversi Paesi europei. Quali siano le cause del ritardo diagnostico non e’ noto, ma esistono certamente dei fattori di tipo demografico, comportamentale e psico-sociale, alcuni dei quali sono stati identificati.

“Ad esempio, chi vive al sud o nelle isole ha una maggiore probabilita’ di arrivare tardi al test rispetto a chi vive al nord, mentre gli stranieri sono in assoluto coloro che hanno il rischio maggiore di arrivare tardi al test. Maggiore e’ la probabilita’ di test ritardato nei maschi e, soprattutto, nei non tossicodipendenti.

Il ritardo nell’accesso al test rappresenta un indicatore importante di quello che definiamo il fenomeno del “sommerso”. Anche se non sono disponibili stime accurate, si ritiene che le persone sieropositive in Italia siano circa 120.000.

RaiNews2

Annunci

19 marzo 2009 at 10:10 Lascia un commento

Europee: nasce ‘Sinistra e liberta’

Battesimo con Fava, Vendola, Francescato, Guidoni e Di Lello (ANSA) – ROMA, 16 MAR – Non e’ un cartello elettorale ma avra’ un obiettivo ben preciso: ricostruire la sinistra con un progetto che vada oltre le europee. Seduti allo stesso tavolo a presentare ‘Sinistra e Liberta”, il nuovo simbolo con cui tornare sulla scena politica dopo il tracollo delle ultime elezioni ci sono: Claudio Fava, leader di Sd, Nichi Vendola e gli ex di Prc del Movimento della sinistra, Marco di Lello per il partito Socialista, Umberto Guidoni per ‘Unire la Sinistra’ e Grazia Francescato.

ANSA.it

17 marzo 2009 at 11:43 Lascia un commento

Si dimette il premier palestinese verso il governo di unità con Hamas

Si dimette il premier palestinese verso il governo di unità con Hamas
GERUSALEMME – Il primo ministro dell’Autorità nazionale palestinese, Salam Fayyad, ha presentato oggi le sue dimissioni al presidente Abu Mazen.

Fayyad ha annunciato di avere presentato le sue dimissioni al presidente palestinese Abu Mazen per aprire la strada a un governo di “unità nazionale”, nel quadro del processo di riconciliazione con il movimento radicale Hamas.

Le dimissioni, ha spiegato il premier in un comunicato, avranno effetto dopo la formazione di un governo di unità nazionale palestinese, ma non più tardi della fine di marzo.

L’annuncio di Fayyad giunge alla vigilia dei nuovi negoziati per la riconciliazione tra il partito Fatah, che fa riferimento al presidente Abu Mazen, e l’organizzazione di Hamas. Quest’ultima aveva chiesto ripetutamente le dimissioni del premier dell’Anp, come primo gesto di buona volontà in vista del processo di riconciliazione.

Repubblica.it

7 marzo 2009 at 10:19 Lascia un commento

Google: videoclip su YouTube

Stando a Wall Street Journal, intesa vicina con Universal (ANSA) – ROMA, 5 MAR – Google starebbe per accordarsi con la Universal Music per portare i video musicali su YouTube. Lo scrive oggi il Wall Street Journal.Il quotidiano cita persone vicine alla trattativa. In base all’intesa, il sito di condivisione video fornirebbe alla Universal anche la tecnologia e un supporto alla vendita di pubblicita’, per consentire alla casa discografica di distribuire contenuti video su altri siti internet. I dettagli finanziari dell’accordo, in fase di negoziazione, non sono noti.

ANSA.it

6 marzo 2009 at 00:39 Lascia un commento


Feeds

Categorie

settembre: 2017
L M M G V S D
« Apr    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Visite totali

  • 14,463