Posts filed under ‘Economia’

La FIAT investe milioni in Polonia

Pubblicato venerdì 6 marzo 2009 in Polonia

La FIAT amplierà la fabbrica di motori di Bielsko-Biala: lo ha appreso “Rz”. L’investimento potrebbe assorbire persino 400 milioni di euro. E la produzione si avvierà già dal prossimo anno.

Dalla nuova linea di produzione verrà fuori mezzo milione di motori bicilindrici a benzina l’anno. Come ha detto a “Rz” (”Rzeczpospolita”, “Repubblica” – NDT) Alfredo Altavilla di Fiat Powertrain Technologies, società responsabile della produzione di motori del gruppo italiano, negli anni seguenti la produzione dello stabilimento aumenterà.

Il nuovo motore di Bielsko-Biala (da leggersi “Bièlsco-Biàua” – NDT) dalla cilindrata di 900 cc sarà annoverato tra quelli più moderni al mondo. I costruttori hanno applicato ad esso una variatura della fase del lavoro delle valvole, che – similmente a BMW, Honda, Toyota – sostituiscono le valvole a farfalla, grazie a cui il motore ottiene il 10% in più di potenza a fronte del 10% di emissioni in meno. Gli Italiani hanno chiamato questa tecnologia multiair. Il suo fornitore è il gruppo tedesco Schaeffler. Il motore può essere equipaggiato di un turbocompressore, grazie al quale raggiunge i 105 km.

Sarà possibile applicare i motori sia ad una piccola FIAT 500, come anche, per esempio, ad un’auto di media grandezza come la FIAT Bravo. Il direttore Altavilla aggiunge che i motori saranno venduti anche ai partner della FIAT. Attualmente motori a benzina del gruppo italiano si trovano nell’indiana TATA e nella cinese CHERY, mentre quelli diesel sono venduti, tra gli altri, alla Suzuki.

Nella fabbrica di Bielsko-Biala c’è anche FIAT GM Powertrain, joint venture tra FIAT e General Motors, che produce motori diesel da 1300 cc. Questi motori sono applicati alle auto FIAT, Opel, Suzuki. Lo scorso anno la fabbrica ha realizzato oltre 575.000 di questi motori e nell’anno record 2007 quasi 700.000 motori diesel. Lo stabilimento, costruito negli anni 2001-2003, è anche costato 400 milioni di Euro. Poiché la produzione di motori diesel diminuisce, alcuni operai di FIAT GM Powertrain verranno assunti nella nuova struttura. In questo modo il gruppo eviterà licenziamenti.

Oltre a FIAT producono motori d’auto in Polonia la Toyota a Jelcz, la Volkswagen a Polkowice e l’Isuzu a Tychy. Da questi stabilimenti partono esclusivamente motori diesel. Secondo i dati della motorizzazione polacca (PIM) nei primi undici mesi del 2008 le fabbriche di motori che si trovano in Polonia hanno esportato motori diesel per un valore di oltre 2,4 milioni di Euro; vicino al 14,6% l’esportazione auto.

Italia dall’Estero

9 marzo 2009 at 09:49 Lascia un commento

Crollano le vendite dei computer: -11,9% nel 2009. Mai così giù dal 2001

New York, 2 mar. – (Adnkronos) – La vendite a livello mondiale di Pc potrebbero registrare nel 2009 un calo dell’11,9% rispetto all’anno precedente. Un calo, questo, che sarebbe il più forte mai registrato nella storia del settore dopo quello del 3,2% registrato nel 2001.

E’ quanto stima Gartner, società di consulting e di ricerca statunitense che si occupa del settore delle tecnologie, che prevede che i pc che quest’anno saranno consegnati saranno ‘solo’ 257 milioni di unità.

A pesare sul settore, spiega in una nota George Shiffler, direttore di ricerca di Gartner, ”è la situazione economica mondiale che continua ad indebolirsi e che fa si che i consumatori siano più cauti”.

E questa flessione delle vendite non dovrebbe risparmiare nessuno. Secondo lo studio, infatti, sia i mercati emergenti sia quelli maturi dovrebbero registrare rispettivamente quest’anno un calo delle vendite del 10,4% e del 13%.

Ad essere particolarmente colpiti dal rallentamento delle vendite saranno soprattutto i computer da tavolo, i cosidetti pc desktop, che registreranno un calo del 31,9% (101,4 mln di unità) mentre i portatili dovrebbero registrare una crescita del 9% (155,6 mln di unita’) grazie al ‘boom’ dei mini-notebook, le cui vendite saliranno a circa 21 mln di unità contro 11,7 mln nel 2008.

Adnkronos Economia

3 marzo 2009 at 12:21 Lascia un commento

Generali: incorpora Alleanza e Toro

Concambio fissato a 0, 33 azioni (ANSA) – MILANO, 23 FEB

Generali incorpora Alleanza. Gli azionisti della controllata riceveranno 0,33 nuove azioni del gruppo del Leone per ogni titolo posseduto. Il premio e’ del 6% e del 13% rispetto al rapporto di cambio medio degli ultimi 3 e 6 mesi. Le attivita’ assicurative di Alleanza e Toro integrate in una nuova societa’ operativa nei rami vita e danni. Marchi e reti delle due societa’ resteranno distinti.

ANSA.it

24 febbraio 2009 at 10:03 Lascia un commento

Tremonti, si’ tasse su tredicesime

inistro, ‘compito del governo sono solidarieta’ e sicurezza’ (ANSA) – ROMA, 13 FEB – ‘La scelta di non tassare le tredicesime non sarebbe stata giusta come misura anticrisi e non l’abbiamo fatto’. Lo dice Tremonti. ‘Compito del governo – spiega – sono coesione sociale, solidarieta’ e sicurezza. Il governo deve concentrarsi su fondamentali etici come la solidarieta’ sociale, nella quale rientrano gli ammortizzatori sociali’. Sulla copertura economica per gli ammortizzatori, Tremonti ammette che ‘i soldi erano gia’ in bilancio, ma li abbiamo focalizzati diversamente’.

ANSA.it

14 febbraio 2009 at 10:59 Lascia un commento

Berlusconi : la crisi mi preoccupa, 8 mld per gli ammortizzatori ma non usiamoli tutti

Berlusconi in conferenza stampa

Grazie all’accordo con le Regioni sugli amortizzatori sociali “siamo arrivati alla bella somma di 8 miliardi di euro”. Lo dice il premier Silvio Berlusconi nella conferenza stampa a Palazzo Chigi. Con le Regioni, aggiunge il premier, è stato trovato l’accordo per l’attivazione del Fondo per le aree sottoutilizzate, il Fondo Fas.

Berlusconi ha detto che il governo sta lottando in Europa sul fronte delle risorse per l’agricoltura per avere ritorno di somme importanti da investire nelle infrastrutture.”ci
auguriamo – ha aggiunto berlusconi – che non si debba arrivare ad avere bisogno di questa somma, ma siamo in una crisi che siamo convinti dipenda molto dai nostri
comportamenti, ma e’ una crisi globale di cui realisticamente abbiamo sempre preso atto e prendiamo atto ancora”.

Quanto al G7 finanziario che si apre oggi a Roma, Berlusconi dice che “Il tema piu’ importante sul tavolo dei ministri economici dei 7 paesi più industrializzati e’
quello delle regole da introdurre nei mercati finanziari in collaborazione tra tutti i paesi. Ma ci saranno anche i temi della crisi economica. Berlusconi ha aggiunto: “in bocca al lupo a Tremonti”.

RaiNews24

13 febbraio 2009 at 12:12 Lascia un commento

Cariverona se ne va, la Libia scommette 250 milioni su Unicredit

Unicredit da oggi un po' più libica

Central Bank of Lybia, già azionista di Unicredit per il 4,9%, ha aderito alla
sottoscrizione di un ulteriore prestito da 250 milioni attraverso un’operazione basata su bond convertibili ‘cashes’. L’ambasciatore Hafed Gaffur ha spiegato a Reuters che “il nostro interesse è nella banca. Ce lo hanno chiesto, abbiamo valutato e abbiamo detto di si'”. Complessivamente, il prestito della Central Bank of Lybia ammonterà a 750 milioni di euro.

Immediati riflessi a Piazza Affari, dove in mattinata Unicredit guida i rialzi del listino S&P/Mib con un guadagno che supera il 4%.

Per il Corriere della Sera i libici, che detengono il 4,9% di Piazza Cordusio, sarebbero pronti a sobbarcarsi 250 milioni, mentre i torinesi di Crt (ora al 3,8%) diventerebbero il primo azionista dell’istituto, mettendo sul piatto 100 milioni da iniettare in un veicolo autonomo di cui avranno la maggioranza e al quale parteciperebbe con 40-50 milioni Carimonte; ulteriori prestiti dovrebbero venire da due o tre banche per arrivare a 230 milioni, mentre le fondazioni minori dovrebbero investire i restanti 20 milioni. In questo modo – continua il quotidiano – nascerebbe una nuova governance imperniata sulla Fondazione piemontese e più sbilanciata di quanto lo sia ora verso i libici e gli emiliani; Verona, ad oggi principale azionista con il 6,8% del capitale sociale, autoescludendosi, sarebbe a questo punto isolata.

E’ stato un weekend di lavori e intensi contatti a piazza Cordusio, dopo che venerdì si è consumata la rottura coi veronesi, nell’aria da tempo e legata alla complessa questione della governance. Oggi nel primo pomeriggio si riunirà il comitato nomine di Unicredit, che dovrebbe confermare tanto l’amministratore delegato Alessandro Profumo quanto il presidente Dieter Rampl; secondo quanto scrive La Stampa, entrambi erano nel mirino di Paolo Biasi e il primo, in particolare, sarebbe stato colpevole “di voler spingere la banca fuori dalla galassia Mediobanca-Generali”; al suo posto, si sarebbe pensato a Giampiero Auletta Armenise. Per giovedì è prevista invece la riunione del consiglio di amministrazione.

RaiNews24

9 febbraio 2009 at 12:15 Lascia un commento

FMI: PER L’ITALIA PROSPETTIVE “TETRE”

(AGI) – Roma, 7 feb. – Le prospettive a breve termine dell’economia italiana sono “tetre” e l’eventuale ripresa sara’ lenta e debole”. Il Fondo monetario internazionale traccia un quadro pesante sullo stato di salute del Belpaese, pur promuovendo le misure anti-crisi messe a punto dal Governo: “La recessione”, si legge nell’Article IV pubblicato questa notte, “si sta aggravando” e “la possibilita’ di un andamento negativo piu’ prolungato non puo’ essere esclusa”. Un giudizio che si traduce in tre anni consecutivi di Pil negativo: -0,6% nel 2008, -2,1% nel 2009 e -0,1% nel 2010. Con riflessi pesanti anche sui conti pubblici: il deficit salira’ al 3,9% del prodotto interno lordo alla fine di quest’anno con il debito destinato a gonfiarsi fino al 109,4%.

AGI News On

7 febbraio 2009 at 11:58 Lascia un commento

Articoli meno recenti


Feeds

Categorie

luglio: 2017
L M M G V S D
« Apr    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Visite totali

  • 14,427