Archive for aprile, 2009

Talebani on line, il provider era texano

La notizia guadagna l’apertura del Washington Post, anche se non è la prima volta che emergono legami fra gruppi terroristici e provider americani. Ma ora che il primo fronte, nell’era Obama, diventa quello afgano, fa una certa impressione sapere che per circa un anno i talebani hanno utilizzato un sito internet per reclutare nuovi supporter. E la pubblicazione on line era a cura di un provider texano.

Il Washington Post identifica questa società americana con il nome ThePlanet.

Il sito in questione sarebbe diventato la voce dell’Emirato Islamico d’Afghanistan: chi lo ha noleggiato ha versato alla società Usa circa 70 dollari al mese, pagabili anche
con carta di credito. “La spesa relativamente bassa e l’alta qualità dei server
americani rappresentano un’attrattiva per i jihaddisti”, spiega al Post Rita Katz, co-fondatrice del ‘Site Intelligence Group’, una societa’ privata che svolge attività di monitoraggio sulle comunicazioni dei gruppi estremisti islamici.

RaiNews24

Annunci

9 aprile 2009 at 10:56 Lascia un commento

G20, video incastra agenti “L’uomo morto fu spinto”

Londra – Ian Tomlinson, l’uomo morto per infarto durante una manifestazione di protesta a Londra in occasione del vertice del G20, sarebbe stato spinto a terra da alcuni poliziotti, secondo le immagini riprese da una telecamera di un turista americano. Il 47enne Tomlinson, che lavorava in una vicina edicola, non stava manifestando, ma era semplicemente di ritorno a casa e cercava di superare il cordone degli agenti: la Commissione Indipendente che vigila sull’operato della polizia ha aperto un’inchiesta per accertare se gli agenti abbiano avuto una parte di responsabilità in quanto accaduto.

Il video che incrimina la polizia Spunta un video che prova le responsabilità della polizia nella morte del 47enne negli scontri durante il G20 di Londra. Nel filmato, pubblicato dal Guardian sul sito web, mostra la vittima, Ian Tomlinson, camminare con le mani in tasca di fronte ai poliziotti schierati, quando un agente lo spintona facendolo cadere a terra. Il 47enne è morto mercoledì dopo aver accusato un collasso mentre tornava a piedi a casa dal lavoro attraversando le strade del centro di Londra in cui in quel momento imperversavano gli scontri tra agenti e manifestanti.

Le riprese del manager di New York Il quotidiano, ha riferito che il video è stato girato da un manager di New York e ha scritto che un agente ha colpito Tomlinson alla gamba con un manganello sorprendendolo alle spalle. Questo particolare però non è chiarito dallle immagini. La polizia aveva raccontato di essere stata allertata da un passante secondo il quale Tomlison aveva avuto un collasso e non respirava più, che i manifestanti aveno lanciato oggetti contro gli agenti che cercavano di rianimarlo, e che l’uomo era poi morto in ospedale. “Stiamo cercando di recuperare questa prova”, ha detto un portavoce della polizia.

IlGiornale.it

9 aprile 2009 at 10:26 Lascia un commento

Il car sharing convince, 16 mila utenti in 11 città italiane

ROMA – La voglia di auto condivisa cresce in Italia. Sono infatti in costante aumento gli italiani meno “auto-dipendenti” che aderiscono al car sharing e si allarga la platea delle città in cui è attivo questo servizio, tassello essenziale per la mobilità sostenibile. La conferma viene dai numeri: circa 16.000 gli utenti stimati del car sharing, 11 le città e 8 le province che lo hanno già attivato e presto sarà presente in altre tre città; gli abbonamenti sono 12.544 (nel 2007 erano 9.488), le auto a disposizione 474 (359 nel 2007).

Lo stato dell’arte del car sharing in Italia è stato tracciato nel corso del IV Forum Nazionale del Car Sharing organizzato da Ics -Iniziativa Car Sharing- che si è svolto a Roma ed in cui è stata presentata una ricerca sul gradimento, la percezione e l’immagine del car sharing in Italia. Nel corso del Forum sono stati illustrati i risultati ottenuti grazie all’accordo tra Ics e Coop, promosso nel 2006 dal ministero dell’Ambiente, per accedere al servizio di car sharing a costi vantaggiosi e sono stati premiati sette soci scelti fra coloro che hanno maggiormente usufruito del servizio.

“La ricerca- spiega Marco Mastretta, direttore di Ics- ha dimostrato che il servizio di car sharing è molto gradito agli utenti e soddisfa esigenze reali di mobilità in modo professionale. D’altra parte emerge la necessità di un’informazione più capillare per sfruttare i margini di espansione ancora ampi che esistono”.

Risparmio, rispetto dell’ambiente, semplicità e flessibilità di utilizzo sono le tre carte vincenti del car sharing. Secondo le stime, percorrendo in media 10.000 chilometri l’anno, si possono risparmiare fino a 2.000 euro in minori spese di gestione, rispetto a un’auto di proprietà. Inoltre, ogni auto in car sharing sostituisce circa 16 auto private, cosicché, grazie a loro, in Italia nel 2008 hanno circolato 7.400 auto in meno e si sono percorsi 29 milioni di chilometri in meno, con indubbi vantaggi per l’ambiente e per il traffico cittadino.

Dire

9 aprile 2009 at 10:24 Lascia un commento

Ronde padane, il Governo ci ripensa: via dal decreto sicurezza

 Il Governo ha accettato di eliminare dal dl sicurezza le norme sulle ronde duramente contestate dall’opposizione. L’accordo è stato raggiunto nella conferenza dei capigruppo di Montecitorio. Soddisfatta l’opposizione, che interromperà il suo ostruzionismo, consentendo di dare il via libera al testo a Montecitorio entro la giornata di oggi.

Prossimi passi
Per questo pomeriggio è convocata una nuova conferenza dei capigruppo della Camera che a questo punto calendarizzerà prima possibile l’esame del disegno di legge sulla sicurezza con l’innesto della norma sulle ronde.

Da punto di vista tecnico, la norma sulle ronde verrà eliminata dal decreto o con un emendamento soppressivo del governo o con uno dell’opposizione su cui il Governo renderà parere positivo. Quelle norme verranno molto probabilmente inserite in un disegno di legge di cui il governo chiederà l’esame quanto prima già nella riunione dei capigruppo prevista per questo pomeriggio.

Esulta l’opposizione
“Quando prevalgono la saggezza e la ragionevolezza non vince nessuno ma sono tutti a vincere”, spiega il capogruppo del Pd Antonello Soro. “Siamo molto soddisfatti – sostiene Michele Vietti (Udc) – che il governo abbia cambiato parere su una nostra proposta molto ragionevole. Grazie al nostro ostruzionismo salta un macigno e ora siamo impegnati nell’accelerare l’esame del testo”.

Nessun passo indietro
“Metteremo la fiducia probabilmente lunedi’ 20” aprile, annuncia però il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, intervenendo a “Panorama del giorno”, su Canale 5. “Quello che e’ chiaro – ha sottolineato – è che in un momento drammatico come questo, in cui tutti parliamo di solidarieta’, la sinistra” non ha colto “l’opportunita’ che il Governo gli offriva, cioè quella di modificare la legge che istituisce le ronde in un senso che a me stava benissimo e che doveva star bene anche alla sinistra, perché si dice che le ronde, che non si chiamano neanche ronde, potranno essere costituite esclusivamente da ex agenti della Polizia, da ex militari, da uomini dello Stato”.

“Bene, per puro spirito di polemica – ha evidenziato La Russa – la sinistra non ha accettato, neanche in giornate come queste, una offerta di questo genere che tranquillizzava, ha voluto continuare l’ostruzionismo costringendo il governo a un voto di fiducia che è figlio di un’inutile e sterile polemica”.

8 aprile 2009 at 12:00 Lascia un commento

SCRITTORI: CRICHTON, DUE ROMANZI POSTUMI IN USCITA IN USA

New York, 6 apr. – (Adnkronos) – Un romanzo finito e pronto per essere pubblicato e un romanzo incompleto scritto solo per un terzo: e’ questo il lascito postumo dello scrittore statunitense Michael Crichton, autore che ha venduto complessivamente oltre 150 milioni di copie con i suoi bestseller da ”Andromeda” a ”Jurassic Park”, morto per un tumore a 66 anni nello scorso novembre. Entrambi i libri inediti verranno pubblicati nel giro di poco piu’ di un anno e mezzo dall’editore americano HarperCollins, come ha anticipato oggi il ‘New York Times’.

Il prossimo 24 novembre uscira’, con una prima tiratura di un milione di copie ”Pirate Latitudes”, un’avventurosa storia che Crichton aveva ambientato nella Giamaica del XVII secolo, dove compaiono pirati dei Caraibi, guidati da tal Hunter, e marinai spagnoli che si contendono un tesoro di galloni. Il romanzo portato a termine da Crichton poco prima di morire e’ stato scoperto nei files del computer dello scrittore dal suo segretario.

Nell’autunno del 2010 verra’ pubblicato un thriller tecnologico, a cui Crichton stava lavorando al momento della sua scomparsa. Si tratta del secondo libro che l’autore di ”Sol Levante” e ”Il mondo perduto” aveva promesso ad HarperCollins dopo l’uscita di ”Next” (2006), il suo ultimo romanzo dedicato alle conseguenze della ricerca genetica. L’editore Jonathan Burnham ha precisato che il secondo romanzo era stato completato piu’ o meno per un terzo dall’autore e pertanto l’agente di Crichton, Lynn Nesbit, e i suoi eredi stanno selezionando uno co-scrittore che possa portare a termine il libro lavorando sulle note lasciate dal creatore della serie tv ”E.R.”.

7 aprile 2009 at 09:53 Lascia un commento

Merkel a sorpresa in Afghanistan. I talebani: ”Volevamo colpire il suo aereo”

Angela Merkel

Kunduz, 6 apr. (Adnkronos/Ign) – Il cancelliere tedesco Angela Merkel è arrivata oggi a sorpresa in Afghanistan per far visita alle truppe tedesche, accompagnata dal ministro della Difesa Franz Josef Jung.

La Merkel, alla sua seconda visita in Afghanistan dal 2007, è giunta nel Paese direttamente da Praga dove aveva partecipato ieri al vertice Ue-Usa. A Kunduz si trova un distaccamento di 700 soldati tedeschi che fanno parte del contingente Isaf. La Germania intende aumentare il suo contingente da 3.800 a 4.400 uomini in vista delle elezioni presidenziali di agosto.

Poco dopo la partenza della Merkel, contro la base di Kunduz sono stati lanciati due missili che non hanno provocato danni né feriti. L’attacco è stato rivendicato dai talebani. “Il nostro obiettivo era l’aereo con a bordo Angela Merkel” ha detto Sabiullah Muyahid, portavoce dei talebani in Afghanistan.

Adnkronos Esteri

7 aprile 2009 at 09:33 Lascia un commento

ANTARTIDE: SI STACCA MEGA-ICEBERG GRANDE QUANTO LA GIAMAICA

ANTARTIDE: SI STACCA MEGA-ICEBERG GRANDE QUANTO LA GIAMAICA

(AGI) – Oslo, 5 apr. – Un altro pezzo dell’Antartide si appresta a scomparire. La placca Wilnkins, un’area di ghiacci vasta come la Giamaica e unita all’Antartide da millenni e’ ora alla deriva e si sta frantumando in miriadi di iceberg.
All’origine del fenomeno l’innalzamento delle temperature che ha dissolto il ponte di ghiaccio che ancorava la placca alle isole Charcot e Latady. Il dissolvimento e’ avvenuto rapidamente e’ stato seguito in diretta dal satellite europeo Envisat. Il processo era iniziato negli Anni ’90 e solo due giorni fa la lingua di ghiaccio pareva ancora integra anche se lontana dai 100 chilometri di estensione che raggiungeva negli anni ’50. Secondo l’Esa, l’Agenzia spaziale europea negli ultimi 50 anni la temperatura media in Antartide e’ salita di 2,5 gradi. La placca di Wilkins e’ solo l’ultima grande porzione di pack disciolto negli ultimi anni. Nel 1995 la ‘Larsen A’ e cinque anni dopo la Larsen B si staccarono contribuendo a modificare significativamente le mappe del continente antartico.

AGI News On

6 aprile 2009 at 12:42 Lascia un commento

Articoli meno recenti


Feeds

Categorie

aprile: 2009
L M M G V S D
« Mar    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Visite totali

  • 14,463