Il figlio del clandestino per lo Stato italiano non esiste

20 marzo 2009 at 17:26 Lascia un commento

I figli degli immigrati clandestini non potranno essere iscritti all’anagrafe. La norma è nella nuova legge sulla sicurezza: senza la presentazione del permesso di soggiorno i cittadini stranieri non potranno compiere atti di stato civile o accedere ai servizi sanitari.

La gravità della misura è denunciata dall’Associazione Giuristi per l’immigrazione. La norma, probabilmente incostituzionale, avrebbe i seguenti effetti: molti bambini resterebbero senza identità, di fatto “invisibili”. Addirittura i figli nati negli ospedali pubblici potrebbero non essere consegnati ai genitori e dichiarati in stato di abbandono, con conseguente e drammatico aumento dei parti clandestini.

L’Italia rimane uno degli ultimi paesi a subordinare la cittadinanza dei nati sul suo territorio allo “ius sanguinis” invece che allo “ius soli”. La differenza? Negli Usa è americano chi lì nasce, anche se clandestino. Per l’Italia resta italiano chi in Italia non ha mai messo piede purchè di italiano abbia un antenato.

Fonte

Entry filed under: Politica. Tags: , , , , , , .

Parigi sfida l’Europa “Renault fa protezionismo” Il ministro Alfano: “Il governo vuole intervenire su You Tube”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Feeds

Categorie

marzo: 2009
L M M G V S D
« Feb   Apr »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Visite totali

  • 14,098

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: