I giornali Usa perdono Google chiuso il programma Print Ads

21 gennaio 2009 at 15:53 Lascia un commento

La decisione riguarda 807 testate per cui il motore aveva provato ad esportare il modello pubblicitario del web. L’azienda: “Il prodotto non ha avuto l’impatto che speravamo” di GIOVANNI GAGLIARDI

I giornali Usa perdono Google chiuso il programma Print Ads

NEW YORK – Nuovo colpo per i giornali Usa. Google eliminerà Print Ads, un programma per vendere la pubblicità sui quotidiani perché non rende abbastanza. Il colosso di Mountain View rinuncia così, almeno per ora, ad espandersi nelle inserzioni pubblicitarie oltre internet. Il programma, che nasce per agevolare gli inserzionisti nelle strategie multi-piattaforma (web e stampa), verrà definitivamente chiuso il prossimo 28 febbraio.

“Non abbiamo avuto un impatto significativo nei profitti per in nostri quotidiani partner”, ha ammesso il portavoce di Google Brandon McCormick. “Speravamo che Print Ads potesse creare un nuovo canale di entrate per i quotidiani, ma invece il prodotto non ha avuto l’impatto che speravamo”, aggiunge la stessa società attraverso il suo blog.

La decisione, che con tutta probabilità risente della crescente crisi economica, viene anche motivata con la necessità di liberare risorse dai programmi meno efficaci per razionalizzare la spesa e mantenere un alto livello di efficienza. Dunque via i rami secchi, o poco produttivi, come già accaduto negli scorsi giorni per altri progetti come Google Notebook e Google Video.

Print Ads, lanciato da due anni, era stato progettato per aiutare i quotidiani a fare soldi attraendo gli inserzionisti di Google affinché si espandessero verso la carta stampata. Il programma comprende 807 quotidiani, inclusi il New York Times, New York Post, The Boston Globe, Chicago Tribune, The Washington Post, San Francisco Chronicle, San Jose Mercury News e Los Angeles Times. Google “resta comunque impegnata a lavorare con gli editori nello sviluppo di nuove strade per aumentare le entrate, distribuire e aggregare contenuti e attrarre nuovi lettori online”.

Secondo la Newspaper Association of America, il mercato pubblicitario statunitense, quasi esclusiva fonte di reddito per la stampa Usa, si è molto ridotto negli ultimi anni: il fatturato è passato dai 48,7 miliardi di dollari del 2000 ai 42,2 miliardi di dollari del 2007.

Repubblica.it

Annunci

Entry filed under: Internet estero. Tags: , , , , , , .

USA: discorso Obama censurato sui web cinesi Web: Nielsen, la pubblicità su internet batte la crisi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Feeds

Categorie

gennaio: 2009
L M M G V S D
    Feb »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Visite totali

  • 14,463

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: