Party in tutto il mondo per dire ”Bye Bye Bush”

17 gennaio 2009 at 14:27 Lascia un commento

Dal sito bushbyebyeparty.com

Lanciate dalla Rete, saranno più di 1000 le feste in cui milioni di persone da un capo all’altro del pianeta il 19 gennaio saluteranno l’ex presidente Usa. In Italia appuntamento al Rocket di Milano e Bloom di Roma

Roma, 17 gen. (Adnkronos) – Bye Bye Bush: è questo il saluto che ironicamente milioni di persone, allo scoccare della mezzanotte del 19 gennaio, daranno in contemporanea mondiale a George W. Bush. Dalle Americhe all’Europa, passando per l’Australia, l’Africa e l’Asia, saranno circa mille i party sparsi per il mondo e lanciati da un sito internet (http://bushbyebyeparty.com) per salutare e festeggiare la fine del mandato del 43° Presidente degli Stati Uniti. Sul sito, dove è possibile aderire alle feste o organizzarle, è già partito il countdown.

In Italia, non poteva essere che Havana Club, il rum cubano per eccellenza, a lanciare il fenomeno che ha già conquistato intere nazioni. Non a caso, saranno gli Havana Club ”Bush Bye Bye Party” di Milano e Roma a dare il via ai festeggiamenti: durante l’arco della serata si ballerà al ritmo di brani targati Usa, verranno anche distribuiti simpatici gadget e, dopo il conto alla rovescia, si brinderà con un tris di cocktail riadattati per l’occasione.

Ed è così che, per festeggiare la ”dipartita” dell’ormai ex Presidente degli Stati Uniti d’America, un vero e proprio movimento internazionale partito dal web ha lanciato una serie di social party sparsi per tutto il mondo, dal Canada al Brasile, per arrivare sino alle Bahamas, a Melbourne o a Londra. Il sito bushbyebyeparty.com è stato letteralmente assalito e, in pochissimi giorni, le adesioni sono arrivate alle stelle. In una sola settimana si contano oltre mille feste. Basti pensare che nella sola Spagna, tra Madrid e Barcellona, sono state organizzate più di 75 feste.

Naturalmente, non potevano mancare delle tappe italiane, e chi meglio di Havana Club, il rum cubano simbolo della notte e del divertimento, emblema di ”El Culto a la vida”, poteva farsi portavoce del movimento ”Bush Bye Bye” del Belpaese. Il 19 gennaio, quindi, per salutare il leggendario Presidente Bush basta fare un salto al Rocket di Milano, il club più in voga delle notti meneghine, o al Bloom di Roma, uno dei locali più fashion della capitale, e prendere parte all’Havana Club ”Bush Bye Bye Party”.

Due mega social party all’insegna del divertimento puro, per assaporare la vita con calore e passionalità, dove tra inediti gadget e play list rigorosamente made in USA, abilmente mixate dai dj resident, si brinderà allo scoccare del nuovo giorno, con dei cocktail ribattezzati per l’occasione: l’America Libre, cugino del noto ed intramontabile Havana e Cola, Uncle Sam, la traduzione americana dell’inimitabile Mojito, e End Embargo, ironica trasposizione dell’unico e dissetante Daiquiri.

Adnkronos Cronaca

Annunci

Entry filed under: Politica estera. Tags: , , , .

Legambiente: l’Ilva di Taranto l’azienda più inquinante d’Italia Roma: manifestazione spontanea al ghetto, anche cartelli contro Santoro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Feeds

Categorie

gennaio: 2009
L M M G V S D
    Feb »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Visite totali

  • 14,432

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: